Gli oli essenziali

La Mandragola

Gli oli essenziali

Già ottomila anni prima della venuta di Cristo, in Cina si impiegavano “Farmaci” tratti da piante. Successivamente presso gli Assiri, i Fenici e gli Ebrei, si preparavano ricette a base di piante. Per non parlare degli Egizi, dei Greci e dei Romani che ne fecero una cultura, Gli Arabi, nel XII secolo, portarono questa tradizione in Spagna e nel sud della Francia, dove sopravvisse nei monasteri con cultura superiore.

Gli oli essenziali sono delle sostanze profumate che si trovano nelle diverse parti delle piante (fiori, buccia, fusto, frutta, radici, foglie), in quantità diverse e sotto forma di piccolissime gocce oleose. Alle piante servono per assicurarsi la riproduzione attraverso gli insetti, per la difesa contro microorganismi come i funghi, per comunicare con l’ambiente ed infine per il loro metabolismo.

Gli oli essenziali sono delle sostanze fortemente concentrate. Per ottenere un litro di Olio Essenziale di Gelsomino occorrono 8 milioni di fiori. L’essenza di una pianta può essere estratta in vari modi: tramite spremitura a freddo, per fissazione dell’olio essenziale ad un altro olio, oppure per distillazione a corrente di vapore. Con questo ultimo metodo, le piante vengono poste su dei graticci sotto i quali viene riscaldata l’acqua. Il vapore che si forma, salendo, estrae l’olio essenziale dalla Pianta. Dopo la condensazione nella serpentina di raffreddamento è facile separare l’olio dall’acqua.

Lavandula Officinalis
Originaria dell’area mediterranea, oggi è coltivata in tutto il mondo. Ha alle spalle una tradizione assai consolidata come rimedio popolare e il suo profumo è ancora oggi molto familiare. Un tempo veniva usata per “sistemare lo stomaco” ma soprattutto come acqua cosmetica ed insettifugo.

Finocchio (Foeniculum Vulgare Dulc)
Il finocchio dolce è ritenuto originario dell’isola di Malta in quanto è stato introdotto da monaci e crociati migliaia di anni orsono. Oggi viene coltivato soprattutto in i Francia, Italia e Grecia.
Diuretico – riscaldante – Circolazione – Muscoli – Articolazioni.

Citrus Lemon
Originario dell’Asia, probabilmente dell’India Orientale, Oggi cresce spontaneo nel bacino del Mediterraneo. In spagna e in altri paesi europei, il limone è considerato una specie di panacea per tutti i mali ma, in particolare, per tutte le malattie infettive. Veniva utilizzato per tutte le febbri come la malaria e il tifo. Sulle navi inglesi serviva per curare specialmente lo scorbuto. Ricco di vitamina A, B e C.
Influenza – Infezioni – Reumatismi – artriti – Ipertensione Arteriosa.

Citrus Aurantium
Originario della Cina viene largamente coltivato soprattutto negli stati Uniti e in tutto il Mediterraneo.
Ipotensivo – Linfatico – Battericida – Antiinfiammatorio.

Pimpinella Asinum
Spontanea in Grecia e in Egitto, viene oggi ampiamente coltivata in India e in Cina e in misura minore in Messico e in Spagna.
Antisettico – Diuretico.

Melissa Officinalis
Originaria dell’area Mediterranea, oggi è diffusa in tutta Europa, Asia centrale, Africa e Siberia. Si tratta di una delle prime erbe medicinali che si sono scoperte ed utilizzate. Paracelso la chiamava Elisir di Vita.
Ipertensione – Tensione Nervosa – Antistaminico – Antispasmodico.

Salvia Officinalis
Originaria dell’Europa Meridionale, viene coltivata in tutto il mondo. Erba di antica fama, veniva molto apprezzata come condimento alimentare e medicinale: era chiamata erba sacra dai Romani.
Lassativa – Antiossidante – Stomachica.
Salvia Sclarea
Originaria dell’Europa Meridionale, viene coltivata in tutto il mondo. Questa pianta era molto apprezzata nel Medioevo ed oggi è decisamente caduta in disuso. Afrodisiaca – Astringente – deodorante – Antiflogistica.

Hissopus Officinalis
Originario del bacino mediterraneo e delle regioni Asiatiche, cresce oggi spontaneo in tutta l’America, la Russia e l’Europa. Veniva utilizzata per purificare i luoghi sacri.
Reumatismi – Pressione Arteriosa – Bronchiti.

Artemisa Dracunculus
Originaria dell’Europa, della Russia Meridionale e dell’Asia Occidentale, oggi è coltivata in tutto il mondo. Si ritiene che il nome derivi dal suo antico impiego come antidoto contro i morsi di animali velenosi e i cani rabbiosi.
Antisettica – Diuretica – Digestiva.

Tymus Serpillum
Originario della Spagna e dell’Area Mediterranea, cresce oggi diffusamente nell’Asia Minore, Stati Uniti, Russia e Cina. Da qui si estrae un olio essenziale chiamato Serpolino molto efficace per celluliti e lesioni da sport.

Cumino (Cminum Cyminum)
Originario dell’Alto Egitto, viene tuttavia coltivata sin dai tempi antichi anche nelle regioni Mediterranee. E’ tuttavia molto usato nella tradizionale medicina Ayurvedica principalmente come stimolante generale.
Depurativo – Circolatorio – Antispasmodico.

Mentha Piperita
Si tratta, originariamente, di un ibrido coltivato, derivato da M. Virdis e M. Acquatica diffusosi in Inghilterra già prima del diciassettesimo secolo.
Antinfiammatoria – Vasocostruttrice – Epatica-

Rosmarinus Officinalis
Originario del Bacino Mediterraneo è attualmente coltivato in tutto il mondo, dalla California alla Russia, dal Medio Oriente all’Inghilterra, in Francia, Spagna, Italia, Cina, ecc.
Antiossidante – Antireumatico – Astringente – Antispasmodico.

il Sandalo
Il Sandalo, il cui nome botanico Santalum Album, appartiene alla famiglia della Santalacee. E’ una pianta che proviene dall’India. L’olio essenziale, che si ricava dal legno di questa pianta, ha un colore giallo e un profumo legnoso, dolce, balsamico e intenso. L’olio di sandalo si ottiene per distillazione a vapore della parte centrale del tronco e delle radici. Il suo uso risale addirittura agli antichi Egizi, che lo usavano per mantenere le “loro” mummie. Ha un effetto sedativo e calmante equilibrando reidratando la pelle secca. A livello della pelle, l’olio essenziale di sandalo è utile nei casi di eritema solare, ammorbidisce la pelle secca, aita ad asciugare la forfora e l’eccessivo sudore, riduce l’infiammazione cutanea provocata dai pannolini. Possiede, inoltre, un’azione antisettica, funghicida e antibatterica.

La Palmarosa
E’ un olio essenziale poco conosciuto, ma è contenuto in molti prodotti erboristici ed ha numerose proprietà. In ambito estetico e della bellezza, ha proprietà molto varie, è idratante, stimola il rinnovamento cellulare, regola la secrezione del sebo, è leggermente astringente, è tonificante e stimola la microcircolazione. Mantiene quindi, l’epidermide nello stato migliore e aiuta nella lotta contro i segni del tempo. E’ un ottimo antisettico e antibiotico, aiuta nella cura dell’acne, o contro un foruncolo perfido, le infezioni cutanee e calma le dermatiti; massaggiato sul corpo, sempre diluito, in associazione con altri oli essenziali, aiuta a combattere la cellulite.

La Rosa
L’olio essenziale alla rosa ha gentili proprietà rilassanti ed aiuta ad alleviare la tensione dei nervi ed i disturbi associati come mal di testa ed insonnia. Calma anche stati di pena e di depressione ed è considerato essere anche un afrodisiaco.

Ambra Sama

Nessun commento

Aggiungi il tuo commento