Il Cibo del Futuro: La Spirulina

La Mandragola

spirulina, cibo, futuro, mandragola, università popolare

Il Cibo del Futuro: La Spirulina

La Spirulina è una semplice forma monocellulare di alga che prospera nell’acqua alcalina. Il nome “Spirulina” deriva dalla parola latina che sta ad indicare “L’Elica” o ”La Spirale” denotando la configurazione fisica dell’organismo quando forma microscopici filamenti attorcigliati. La Spirulina è stata dichiarata come il “Cibo del Futuro” grazie alla sua straordinaria abilità di sintetizzare cibo di alta qualità meglio di qualsiasi altra alga. La Spirulina è una proteina pura tra il 65% e il 75%,  con tutti gli amminoacidi essenziali in perfetto equilibrio. A paragone, il manzo è costituito da proteine solo per il 22%. La Spirulina ha un indice di conversione fotosintetica che va dall’8% al 10% comparato al solo 3% della soia. Inoltre, la spirulina, è una delle poche fonti vegetali della vitamina B12, solitamente rintracciabile nei tessuti animali. Un cucchiaio da Te di Spirulina fornisce due volte e mezzo la dose giornaliera consigliata di Vitamina B12 e contiene oltre due volte la quantità di questa vitamina rintracciabile in una dose equivalente di fegato. La Spirulina fornisce anche un’alta concentrazione di altri elementi nutrienti – amminoacidi, minerali, pigmenti, zuccheri, enzimi che si trovano in una forma facilmente assimilabile. Sebbene sia monocellulare, la Spirulina è relativamente larga e raggiunge gli 0,5 millimetri di lunghezza. Questo è circa 100 volte le dimensioni di altre alghe, il che rende la Spirulina visibile ad occhio nudo. Inoltre, la capacità riproduttiva della cellula e la sua inclinazione a formare colonie, la rende una massa di piante facilmente raccoglibile. Le alghe si differenziano a seconda della colorazione e si dividono in blu – verdi, verdi – rosse e marroni. La Spirulina è una delle blu-verde a causa della presenza della clorofilla (verde) e ficocianina (blu) nella sua struttura cellulare. Gli stagni d’acqua fresca e i laghi che essa predilige, sono in gran lunga i più salini dell’ordine dell’8 – 11 pH e, rispetto a quelli normali, essi non possono sopportare altre forme di microorganismi. Come se non bastasse, la Spirulina prospera nelle acque calde (dai 32° ai 45°) ed è riuscita persino a vivere alla temperatura di 60°. Alcune specie, abituate ai climi desertici, sarebbero in grado di sopravvivere nei loro stagni fatti evaporare al sole, asciugandosi in uno stato quiescente sulle rocce alla temperatura di 70°C. In questa situazione di quiescenza, le alghe blu-verdi, assumono una colorazione biancastra ed emanano una fragranza dolciastra, poichè il 71% della loro struttura proteica si trasforma in polisaccaridi a causa del calore. Alcuni scienziati suppongono che la “manna” degli Israeliani, che apparve miracolosamente sulle rocce, dopo un periodo di secca e dal sapore della cialda fatta con il miele, potrebbe essere stata una forma di Spirulina quiescente essiccata. L’abilità della spirulina di crescere in ambienti caldi ed alcalini, assicura il suo stato di igiene. A dispetto della stereotipa associazione dei microrganismi con i germi e le scorie, la Spirulina è uno dei cibi più puri che si possano trovare in Natura. La Naturale inclinazione dell’andamento di caldo, assicura alla Spirulina la ritenzione di tutto il suo potere nutrizionale, anche quando sottoposta ad alte temperature, a differenza di altre piante che si deteriorano se sottoposte alle stesse condizioni. La Spirulina è un esempio inusuale tra le alghe, perché è una “pianta nucleare”, cioè si trova a metà del cammino dello sviluppo di piante e animali. E’ considerata, in un certo qual senso, una pianta perché non presenta membrane dure di cellulosa caratteristiche delle cellule vegetali ma, allo stesso tempo, non ha un nucleo ben definito. Tuttavia il suo sistema metabolico si fonda sulla fotosintesi, un processo di produzione diretta di energia, che sfrutta la luce solare e la clorofilla e che è tipica delle forme di vita vegetale. In fin dei conti la Spirulina si posiziona sul sentiero dell’evoluzione nel punto in cui il mondo animale e quello vegetale si sono differenziati. In contrasto, altre alghe, come la clorella, hanno sviluppato la dura parete non digeribile caratteristica delle piante. Ci sono 35 specie di spirulina che proliferano in laghi selvatici sparsi su tutta la superficie terrestre: Il lago Chad (Sahara), il lago Texococo (Messico), il lago Rudolf, il lago Natura (entrambi in Kenya) e numerosi altri nelle regioni aride. Siccome la forma dell’alga sembra evolversi e modificarsi a seconda del Ph e delle condizioni nutrizionali, è possibile che le differenti morfologie siano semplici variazioni all’interno di una singola specie.

La Spirulina

  • Apporta ferro naturale
  • Ricca di proteine vegetali
  • Accelera le funzioni metaboliche
  • Apporta amminoacidi essenziali
  • Indispensabile per i vegetariani
  • Ottimo ricostituente
  • Aumenta la massa muscolare

 Analisi Chimica e Nutrizionale

Proteine: Le alghe blu-verdi e la Spirulina in particolare, hanno una struttura primitiva con poca capacità di immagazzinamento dell’amido e proliferazione della membrana cellulare, ma hanno una gran quantità di ribosomi, i corpi cellulari che costituiscono le proteine.  Questa particolare dotazione di componenti cellulari, permette una rapida fotosintesi e formazione di proteine. La mancanza di dure pareti cellulari assicura che la proteina della Spirulina possa essere assimilata facilmente e rapidamente. La Spirulina è composta da proteine per il 65/71% a seconda delle condizioni della crescita. Queste proteine sono biologicamente complete, questo vuol dire che forniscono tutti gli otto amminoacidi essenziali nelle dovute proporzioni. La maggior parte dei vegetali non hanno proteine complete perché mancano di uno o più amminoacidi essenziali. Sfortunatamente il nostro corpo non può immagazzinare amminoacidi in attesa di quelli mancanti che arrivano eventualmente in pasti successivi. Per sintetizzare le proteine per il mantenimento e la cura dell’organismo, tutti gli amminoacidi devono essere presenti contemporaneamente, altrimenti vanno persi. Inoltre, anche se viene consumata la proteina intera, alcune difficoltà nella digestione possono impedire l’assimilazione di tutti gli elementi necessari. La Spirulina fornisce tutti gli amminoacidi necessari ed in una forma tale che essi sono cinque volte più facilmente digeribili rispetto a quelli della carne e della soia.

 

Gli 8Amminoacidi Essenziali (Ramificati) forniti dalla Spirulina

  • L- Isoleucina (4.13%): necessaria per una crescita ottimale, sviluppo dell’intelligenza e per l’equilibrio dell’azoto nel corpo. È usato per sintetizzare altri amminoacidi non essenziali.
  • L – Leucina (5.80%): stimolatore delle funzioni celebrali, aumenta i livelli energetici muscolari.
  • L – Lisina (4.00%): costruisce gli anticorpi nel sangue, rafforza il sistema circolatorio ed assicura una normale crescita delle cellule.
  • L – Metionina (2.17%): amminoacido lipotropico vitale (metabolizzante di grassi e lipidi) che assicura la salute del fegato. Fattore ati-stress, calma i nervi.
  • L – Fenilanina (95%): richiesta dalla ghiandola tiroidea per la produzione di tiroxina che stimola il tasso metabolico.
  • L – Treonina (4.17%): migliora l’attività intestinale e l’assimilazione digestiva.
  • TL – Triptofano (1,13%): migliora l’utilizzo delle vitamine B, migliora la salute dei nervi e stabilizza le emozioni. Promuove un senso di calma.
  • L – Valina (00%): stimola la capacità mentale e la coordinazione muscolare.

Inoltre, la Spirulina fornisce 10 dei dodici amminoacidi non essenziali. “Non essenziali” non significa che questi non siano richiesti dal corpo, ma solamente indica che il corpo può sintetizzarli da solo se ne ha bisogno, a patto che siano disponibili blocchi nutrizionali capaci di costruirli. In ogni caso, il corpo è meglio servito se questi componenti sono prontamente e completamente disponibili dalle risorse dietetiche visto che tutti gli amminoacidi devono essere a portata di mano come gli enzimi che costituiscono le cellule, le proteine, gli ormoni prodotti dal metabolismo. Dalle migliaia di sostanze biochimiche che agiscono e interagiscono nel corpo umano, nessuna è derivata da un bacino: Il corpo è in ultima istanza dipendente da immissioni nutrienti per adempiere a tutte le sue funzioni.

Gli Amminoacidi non essenziali presenti nella Spirulina

  • L- Alanina (5.82%): rafforza le pareti cellulari.
  • L -Arginina (98%): è importante per la salute sessuale maschile, poiché lo sperma è composto di arginina per 1,80%. Aiuta anche a disintossicare il sangue.
  • L- Acido Aspartico (34%): aiuta a trasformare i carboidrati in energia.
  • L – Cistina (0.67%): aiuta a mantenere sano il pancreas che stabilizza gli zuccheri nel sangue ed il metabolismo dei carboidrati. E’ usato per alleviare alcuni sintomi di intolleranze e /o allergie al cibo.
  • L – Glicina (3.05%): promuove l’uso di energia e ossigeno nelle cellule.
  • L – Istidina (1.08%): rafforza la distensione dei nervi specialmente nell’apparato uditivo. E’ stato usato per combattere alcuni casi di sordità.
  • L – Prolina (2.97%): è un precursore dell’acido glutamminico.
  • L – Serina (4.00%): aiuta a formare la guaina grassa protettiva che avvolge i nervi.
  • L – Tirosina (4,60%): ritarda l’invecchiamento delle cellule e regola i centri responsabili della fame dell’ipotalamo. Può essere sintetizzato dalla fenilanina. E’ coinvolto nella colorazione dei capelli e della pelle e previene le scottature dovute ad esposizione ai raggi solari.

 Grassi, Zuccheri, Sali e Calorie Forniti dalla Spirulina

E’ difficile immaginare che una fonte concentrata di elementi nutrienti come la Spirulina, non sia carica di grassi e calorie. Sorprendentemente la Spirulina contiene solo il 7% di lipidi assolutamente vitali per la salute e la maggior parte di essi si trova sotto forma di acidi grassi essenziali che favoriscono la normalizzazione del colesterolo. Sono coinvolte nella respirazione cellulare e sono di particolare importanza per il trasporto dell’ossigeno. Essi, inoltre, hanno effetti sulla salute dei Spirulina contiene pochi zuccheri. I polisaccaridi in essa contenuti sono facilmente assorbiti dalle cellule umane con il minimo intervento dell’insulina. Perciò gli zuccheri della spirulina, forniscono energia immediata senza coinvolgere il pancreas o fare precipitare in ipoglicemia. Alcune persone pongono particolare attenzione alla presenza di sodio nelle loro diete, tendono perciò ad evitare i prodotti marini. Infatti questi cibi sono molto nutrienti ma contengono considerevoli quantitativi di sodio. La spirulina evita il problema formandone solo 0.206 mg. La maggior parte dei pazienti affetti da ipertensione ne sono sottoposti ad una dose giornaliera di 2mg. Quindi  la Spirulina ne ha quantitativi così ridotti che può essere tranquillamente assunta da persone sottoposte a diete povere di sale. Dal punto di vista calorico, l’apporto della Spirulina è modesto.

La Spirulina è la Perdita di Peso

Mentre i Giapponesi hanno mostrato un interesse scientifico sugli effetti terapeutici della Spirulina in un’ampia gamma di malattie, l’interesse degli USA è stato focalizzato sulle sue capacità di regolare il peso. In molti studi Giapponesi, appare che la Spirulina non è un elemento magico ma un buon integratore che aiuta il metabolismo in diversi modi. Questo vale anche per l’uso della Spirulina come aiuto nella dieta. Il punto cruciale per un programma di successo è l’astinenza da alimenti ingrassanti e da eccessiva quantità di cibo. Siccome possiede uniche proprietà nutritive, la Spirulina può essere inserita facilmente in tutte le diete, anche se non può certo sostituire le abitudini alimentari. La Spirulina può portare al successo in due modi: Primo, è una fonte concentrata di proteine che vengono facilmente assimilate e contiene polisaccaridi che innalzano il livello di zuccheri nel sangue. Siccome l’impulso della fame è indotto dalla mancanza di zuccheri e amminoacidi nel sangue, indipendentemente dal contenuto dello stomaco, tenere alto il livello di questi elementi può indurre il cervello a pensare che il corpo sia sazio. Secondo il dott. Richard Passwater, la Spirulina entra prontamente in circolo e segnala che sta formando gli elementi necessari.  Dato che la ghiandola dell’ipotalamo che controlla l’appetito è stimolata dal calo degli zuccheri nel sangue, tenere alto il livello di elementi nutritivi nel sangue, può contenere il senso di fame. Il secondo meccanismo che coinvolge la Spirulina nella riduzione dell’appetito, non è chiarissimo ma ha avuto numerosi successi tra molti pazienti. Secondo il dott. William Goldwag e il dott. Marquetta Hungerford del centro di medicina preventiva di Stanton (California), questa alga è oramai un elemento standard nelle diete. Il dott. Passwater spiega che la struttura degli amminoacidi della Spirulina, può influenzare i livelli dei nerotrasmettitori del cervello, in particolare quelli che controllano l’umore e l’appetito. Specialmente, l’alta concentrazione dell’amminoacido L- Fenilanina sembra cambiare la chimica. Normalmente gli amminoacidi forniti dalle proteine sono disgregati durante la digestione e quindi riassemblati dai nostri processi metabolici per formare le proteine umane. Alcuni amminoacidi, tuttavia, sono direttamente utilizzati per sintetizzare gli ormoni celebrali che influenzano l’umore, il senso di benessere, l’attenzione, i livelli energetici e la resistenza alla fatica e la sensazione di fame. Se lo spettro  degli amminoacidi è presente in equilibrio, la chimica celebrale rimane stabile senza strane fluttuazioni verso estremi emozionali. Ma quando qualcuno degli amminoacidi, capaci di essere trasformati in neurotrasmettitori, è presente in quantità sproporzionata, allora la competizione tra loro porta al fatto che alcuni componenti celebrali prevalgano su altri. Quando ciò accade, l’umore può essere manipolato. Questa è la teoria che sottostà ad alcune droghe psicotropiche come l’inibitore mao. Come abbiamo già visto, la Spirulina contiene grandi quantità di L-Fenilanina e Tirosina, due degli amminoacidi che sintetizzano gli ormoni cerebrali, per esempio la noreinefrina. In aggiunta agli effetti positivi, già menzionati, la norepinefrina può elevare la pressione sanguigna e creare tensione nervosa. Il rilascio di norepinefrina è stimolato da anfetamine e da stress, ma tale rilascio artificiale può inibire la capacità del corpo di produrre l’ormone, aggravando il problema originale.
Gli Scienziati  credevano che una manipolazione naturale della secrezione norepinefrina attraverso cambiamenti dietetici potesse generare risultati più duraturi e meno dannosi. In altre parole, la presenza di alti livelli di Fenilanina e Tirosina nella Spirulina, potrebbero sopprimere la fame in alcune persone inducendo cambiamenti biochimici nel cervello. Questo può rendere più facile il compito di seguire una dieta.

I Minerali Forniti dalla Spirulina

Sebbene le proteine siano i mattoni della vita, molti minerali possono profondamente condizionare la nostra vita ed il nostro metabolismo. Le acque in cui prolifera la spirulina sono  così sature di minerali depositati dai suoli antichi che nessuna altra pianta può vivere li. Siccome la Spirulina prolifera in queste acque alcaline, essa incorpora e sintetizza molti minerali ed altri componenti derivati nelle  sue cellule. Trasformati in forme naturali organiche dalla Spirulina, i minerali vengono ricoperti dagli amminoacidi e sono perciò più facilmente assimilabili. Molte volte ingeriamo grosse quantità di minerali senza che questi ci diano alcun beneficio, perché il corpo non sa cosa farsene di questi  elementi incompatibili. Infatti, alcuni esperimenti stanno dimostrando che i minerali inorganici, possono bloccare l’assimilazione del forme organiche, il che può portare, alla fine, a malattie derivanti dalla carenza di minerali.

  • Potassio (15.4mg/Kg): un minerale cruciale che regola l’equilibrio elettrico del corpo. Una mancanza di questo minerale può causare arresti cardiaci, ipertensioni e spasmi muscolari.
  • Calcio (1.31mg/kg): è il minerale più abbondante nell’organismo umano, è importante specialmente per il nostro corpo e per la salute delle ossa e dei denti, ma è anche coinvolto nella trasmissione di impulsi ai muscoli. La Spirulina fornisce all’incirca tanto calcio quanto il latte.
  • Zinco (39mgkg): è il punto principale di oltre 30 reazioni enzimatiche vitali, ha profondi effetti sulla salute mentale, sul tono epidermico, sulle funzioni della prostata e sulla capacità di guarigione.
  • Magnesio (1.195mg/kg): Una sua mancanza può portare a disordini muscolari spasmodici, comprese irregolarità cardiache. Aiuta l’assimilazione delle vit. B,C e delle proteine.
  • Manganese (25mg/kg): attivai sistemi enzimatici insieme allo zinco. Facilita l’attività dei neurotrasmettitori (acetilcolina) ed aiuta a stabilizzare il livello degli zuccheri nel sangue.
  • Selenio (40mg/kg): In origine si credeva fosse un metallo pesante tossico, ora è convinzione comune credere che sia necessario per la salute. Ritarda l’invecchiamento, l’ossidazione nociva e la formazione di radicali liberi, riduce l’effetto tossico dei carcinogeni e migliora l’efficienza cardiaca.
  • Ferro (580mg/kg): aiuta la formazione di emoglobina, il pigmento del sangue che trasforma l’ossigeno. La carenza di ferro è comune nelle donne nel loro periodo riproduttivo.
  • Fosforo (8.492mg/kg): il secondo minerale più abbondante nel corpo umano, è ritrovabile praticamente in ogni cellula. Agisce insieme al calcio per mantenere una buona struttura ossea. Aiuta a digerire i carboidrati e le vit. B: niacina e riboflavina.

 

 

Le Vitamine Fornite dalla Spirulina

La Spirulina fornisce molte delle vitamine delle quali gli organismi viventi hanno bisogno per portare a termine i processi metabolici:

  • Piridoxina o B6 (3mg/kg): coinvolta nella disgregazione e assimilazione delle proteine. Protegge la salute cardiaca e stabilizza i livelli ormonali femminili. Il dott. Cari Pfeiffer ha dimostrato che la B6, insieme alla zinco, può curare alcune forme di schizofrenia.
  • Biotina o Vit. H (0.4mg/kg): è un enzima che trasporta CO2 durante certe reazioni biochimiche coinvolte nel metabolismo dei carboidrati. Agisce anche come enzima nell’assimilazione di altre vit. B più complesse. La biotina viene distrutta mangiando l’albume dell’uovo ed alcuni pesci crudi.
  • Cobalamina o B12 (2mg/kg): è la vitamina che più difficilmente può essere ottenuta dai vegetali. La Spirulina è particolarmente ricca di questa rara vitamina (ne contiene il 25% in più rispetto al fegato di manzo che in passato si credeva fosse l’alimento che ne contenesse di più), una singola dose di Spirulina eccede facilmente l’RDA (dose consigliata giornaliera) – Recommended Daily Allowance), che va da 1,5 a 3 mg al giorno. Una carenza di B12 può portare all’anemia perniciosa, alla degenerazione nervosa, all’invecchiamento precoce e forme di malattia mentale che rasentano la schizofrenia.
  • Acido Pantotenico o Vit. B5 (11mg/kg): usato dalle ghiandole, insieme al colesterolo e alla vitamina C per produrre  cortisone e altri steroidi in risposta allo stress mentale e fisico.  Una sua mancanza porta a sensibilizzare allergie, infezioni e malattie degenerative come l’artrite e i reumatismi. Sono state associate alla carenza di questa vitamina anche le ulcere e ipoglicemie.
  • Acido Folico o Vit. Bc (0,5mg/kg): essenziale per una corretta formazione dell’emoglobina nelle cellule sanguigne. Una sua carenza può portare: anemia, crescita scarsa, disordini nella pigmentazione della pelle e sbiancamento prematuro dei capelli.
  • Inositolo o vit. B7 (350mg/kg): è un alimento vitale lipotropico che mantiene la salute del fegato ed aiuta a togliere gli effetti tossici dei carcinogeni, in particolare gli effetti degli ormoni femminili. Con la colina, l’inositolo è usato dal fegato per produrre la lecitina. L’inositolo è la seconda vitamina più abbondante nell’organismo, dopo la niacina. Recenti studi hanno indicato che l’inositolo con la biotina riduce la perdita di capelli.
  • Niacina o vit. B3 (118mg/kg): conosciuta anche come acido nicotinico o niacimide, che è una forma alternativa. La niacina è essenziale per la saluta mentale. Il dott. Abramhoffer, un rinomato pioniere nella psichiatria ortomolecolare, ha completamente curato i sintomi della schizofrenia con la niacina. Il “Phisicians Desk Refecence”, un testo farmaceutico usato dai dottori per prescrivere i medicinali, riconosce la niacina come un elemento capace di abbassare il livello del colesterolo.
  • Riboflavina o vit. B2 (40mg/kg): la più comune carenza di vitamina è quella da B2 e sfocia in cataratta, abbassamento della vista, occhi lacrimanti ed eczema intollerabile.
  • Tiamina o vit. B1 (55mg/kg): è un coenzima nella distruzione dei carboidrati. Mantiene i livelli di glucosio nel sangue. Una sua mancanza porta a problemi cardiaci, distensione addominale e mancanza di ossigenazione. Una mancanza considerevole può addirittura portare alla morte; tossiemia critica si sviluppa da frammenti di carboidrati non metabolizzati.
  • Tocoferolo o vit. E (1,90mg/kg): la Spirulina contiene più vitamina per grammo di un seme di grano puro. Questa vitamina protegge il cuore e l’apparato cardiovascolare, aiuta l’ossigenazione delle cellule e ritarda l’invecchiamento.

 

I Pigmenti Enzimatici Forniti dalla Spirulina

Le proteine ,le vitamine e i minerali sono abbondanti nella Spirulina, ma questa alga è anche ricca di pigmenti che sono biochimicamente importanti per la vita. Senza i pigmenti non si potrebbero sintetizzare molti degli enzimi necessari per bilanciare il metabolismo. Il pigmento più visibile nella Spirulina è la clorofilla, una molecola verde comune nelle piante. Essa libera ioni quando colpita dall’energia solare. Questi ioni liberi stimolano le reazioni biochimiche che servono a produrre proteine, vitamine e zuccheri. La clorofilla viene talvolta chiamata “sangue verde “ a causa dell’emoglobina che si ritrova nelle molecole sanguigne umane. Infatti entrambe sono costituite dalla medesima struttura molecolare ed entrambe le sostanze sono conosciute come “pigmenti Porfirini” dagli scienziati. La differenza è che la clorofilla ha come corpo centrale uno ione di magnesio, mentre l’emoglobina contiene una molecola di ferro. Il magnesio conferisce un colore verdognolo alla molecola di clorofilla ed è coinvolto nella sintesi di altri materiali, mentre il ferro contiene nell’emoglobina il colore rosso e cambia la funzione della molecola di Porfirina nella respirazione e nella composizione degli alimenti. E’ convinzione comune che se si ingerisce clorofilla e ferro, il magnesio può essere sostituito per produrre una molecola di emoglobina. Esperimenti in Giappone hanno dimostrato che ha un effetto positivo sull’anemia, dato forse dalla conversione della clorofilla in emoglobina. Certamente la densità nutriente della Spirulina (B12, acido Folico, amminoacidi), può essere usata per curare l’anemia. La clorofilla ha effetti positivi sul corpo, essa aumenta l’azione peristaltica, allevia le costipazioni e normalizza la secrezione degli acidi digestivi, calma le infiammazioni e riduce la secrezione di pepsina associata alle ulcere gastriche. Durante la seconda guerra mondiale, l’azione della clorofilla e delle sue qualità antisettiche, la resero un farmaco di primo soccorso per prevenire le infezioni per le ferite da arma da fuoco. Inoltre, la clorofilla allevia i gonfiori ed aiuta la granulazione ossea, il processo che permette di generare nuovi tessuti. La clorofilla sembra essere in grado di rigenerare le cellule danneggiate del fegato e fa aumentare la circolazione sanguigna dilatando i vasi. Nel cuore, essa aiuta a trasmettere gli impulsi nervosi che controllano le contrazioni, il battito cardiaco si riduce, ma ogni contrazione è più potente, migliorando così l’efficienza del sistema in generale. 

 

Nessun commento

Aggiungi il tuo commento